“Hai provato una crema al collagene?”

Camminavo lungo il sentiero alberato al parco, sotto l’ombra di grandi querce e pioppi e, come sempre, mi godevo quello che la natura mi stava offrendo: l’aria limpida e profumata d’autunno, il sole tiepido, le foglie colorate, l’erba umida, qualche uccellino che all’improvviso mi si parava davanti per riprendere subito il volo, velocissimo. Camminare in natura è sempre stato il passatempo migliore per me, l’unico veramente capace di farmi dimenticare i miei problemi. Mi basta percepire il verde attorno per provare un senso di calma, di pace, che non vivo in nessun altro posto.

Quel giorno d’autunno camminavo felice, era stata una giornata positiva, finalmente. Ero single ormai da troppo tempo, stanca della solitudine, ma soprattutto della compassione di amici e familiari e dei loro tentativi forzosi di farmi incontrare qualcuno. Non ero più tanto giovane, questo va detto, ma se non fosse stato per loro non avrei sentito la pressione del tempo che passa. Anzi, io mi sentivo giovane, bella, a mio agio con me stessa. Era stata mia madre la prima a suggerirmi di iniziare a usare qualche prodottino antietà. Una mattina, mentre facevamo spese assieme in centro, di punto in bianco aveva detto: “Tesoro, hai provato a comprare una crema al collagene?”. La parola collagene non mi suonava per niente nuova, sapevo che faceva parte del mondo dell’estetica e della cura della persona, ma non aveva niente a che vedere con me. Crema al collagene? Perchè mai ne avevo bisogno? Ed ecco che mia madre era partita con la filippica sull’importanza di non lasciarsi andare, e di continuare sempre a curare il proprio aspetto fisico ed il proprio animo. Io ero convinta di prendermi cura di me stessa alla grande: cosa c’è di più giusto di essere consci di avere un problema, affrontarlo, trovare un modo per andare avanti ed avere il proprio metodo per rilassarsi e tornare a stare bene? Ogni volta che tornavo da una passeggiata, potevo dire di aver fatto un passo in avanti con me stessa, di aver migliorato la conoscenza del mio essere e di stare meglio. Eppure, non sembrava abbastanza agli altri. Era meglio iniziare a usare anche la crema al collagene, apparentemente.

Se normalmente questi pensieri mi turbavano, quel giorno nulla mi toccava. La mattina presto, mentre tornavo dal panettiere, avevo incontrato un uomo di una cordialità incredibile. Avevamo chiacchierato a lungo, ci piacevamo, questo era chiaro, perché nessuno dei due voleva andarsene, sembravamo due ragazzini che flirtano, alle prese con i primi amori. Avevamo preso un caffè, dopo un’ora passata in piedi, sul marciapiede, e, più parlavamo, più scoprivamo di avere cose in comune. Non mi sentivo così bene da un sacco ormai. La speranza della felicità di coppia si era riaccesa in me. E, così, mentre camminavo, l’aria sembrava più frizzante del solito, gli alberi erano ancora più belli e sembravano partecipare alla mia gioia danzando nel vento. Ci saremmo rivisti quella sera, per un aperitivo, non vedevo l’ora. Mi sarei vestita e truccata di tutto punto, avrei perfino messo quella famosa crema al collagene… 

Il casino Sežana, che esperienza

Apro gli occhi e noto che non sono nel mio letto, neanche nella mia stanza. Guardo l’ora, sono le 14.20. Salto su, come ho potuto dormire così a lungo? Non è normale, non va bene! Ma il rapido movimento mi fa dimenticare per qualche secondo qualsiasi cosa, perché la testa inizia a battere, un dolore molto forte, poi la stanza si mette a girare intorno a me ed ecco che mi ritrovo a correre verso il bagno a vomitare. E’ evidente che ieri sera ho bevuto, altrimenti non starei male, penso, eppure c’è una densa nebbia che avvolge la mia serata, non ricordo nulla. Decido di farmi una doccia, già che sono in bagno e, dopo un lungo periodo sotto l’acqua, esco ad asciugarmi e mi sento decisamente meglio. Ricordo di aver notato un bollitore nella stanza, lo cerco con lo sguardo ed eccolo lì! Mi metto a scaldare l’acqua per un tè e, mentre attendo, mi metto a pensare alla mia serata. I ricordi iniziano a riaffiorare…

Mi sposo tra due settimane e, in occasione del mio addio al nubilato, le mie amiche hanno deciso di portarmi via per un weekend. Senza dirmi dove saremmo andate, il venerdì sera mi hanno recuperato al lavoro, mi hanno messo una birra in mano e siamo partite con l’auto. Qualche ora dopo siamo arrivate davanti ad un edificio che ho riconosciuto dall’insegna “casino Sežana”. Dentro di me ho pensato, un po’ delusa, “casino Sežana? Mi portano a giocare alle slot machines per il mio addio al nubilato?”, ma ho fatto in modo di risultare molto entusiasta esternamente. Ho lasciato le mie cose nella stanza d’albergo e poi siamo andate in città per bere qualcosa. Così è iniziata la festa. Tra giochi e cocktails ho iniziato a spassarmela per davvero, libera da ogni vincolo sociale o morale, avevo voglia solamente di sentirmi completamente libera. A breve avrei sposato il mio fidanzato di una vita, e avrei iniziato un percorso che era quello che da sempre mi ero immaginata, nessuna novità, nessun brivido. Avrei lavorato il resto della mia vita nello stesso posto, vissuto sempre alla stessa maniera, niente di eccitante, insomma. All’improvviso ho provato repulsione per la mia vita, troppo noiosa e scontata. Qualcosa dentro di me ha cominciato a sussurrare di scappare dalla mia esistenza.

Ed eccoci entrare al casino Sežana. I colori, i suoni, la gente… tutto era esaltante per me quella sera, continuavo in mandare giu cocktails, ormai più per far andar via quel senso di amarezza che non sembrava volermi lasciare in pace, come se mi fossi finalmente svegliata da una vita di assopimento, come se per la prima volta stessi vedendo le cose veramente. E l’alcol, si sa, fa dimenticare tutto. Mi sono messa a giocare alla roulette, e a chiacchierare con gli altri giocatori, ricordo vagamente un ragazzo molto bello e gentile, ma a questo punto i miei ricordi si fanno vaghi e molto confusi. Non ho nessuna memoria di come o quando ho lasciato il casino Sežana, né di come sono arrivata in camera. 

Vedo una cosa bianca per terra, la raccolgo, si tratta di una camicia da uomo. Oh caspita, cosa ho fatto? Si apre la porta ed ecco che il bel ragazzo della roulette entra con dei croissant in mano e un gran sorriso per me…

Alcuni dei tanti vantaggi di aloe vera

Utilizzata come pianta medicinale da diversi secoli, i benefici dell’aloe vera, ancora oggi, rimangono intatti e perfettamente integri. Un culto che, quindi, non si è per nulla andare a sbiadire nonostante l’inesorabile trascorrere del tempo.

Vediamo, pertanto, seppure sinteticamente, alcuni dei tanti vantaggi di aloe vera. Senza alcun dubbio, uno tra i più noti vantaggi, è che l’aloe vera risulta essere un ottimo antidolorifico. Quindi, sotto forma di gel, l’utilizzo di aloe vera trova un largo suo utilizzo per lenire dolori articolari.

Ovviamente, seppure il suo utilizzo abbia un effetto positivo, non può essere considerato come trattamento primario. Motivo per cui, in caso di problemi a lungo termine, si deve andare dal dottore.

Altro vantaggio dell’aloe vera, è che aiuta a guarire le ferite e, più in generale, risulta essere un eccellente trattamento per la pelle. Infatti, per la salute della pelle, aloe vera, può essere paragonata ad una sorta di utile tuttofare. Tra le altre cose, può alleviare significativamente i sintomi di malattie della pelle come la neurodermite e, per di più, inibisce il prurito nelle punture di insetti. Inoltre, è contenuta come ingrediente in molte creme antirughe e, sotto forma di gel, può far apparire rapidamente la pelle di nuovo fresca, in caso di affaticamento.

Aloe vera aiuta, anche, in casi di stitichezza. Difatti, è un rimedio popolare al quale si fa ricorso nei casi di stipsi. In questo utilizzo è importante stare attenti al dosaggio e, perciò sono da osservare le istruzioni riportate sulla confezione. In caso di dosaggio troppo alto, aloe vera andrà ad agire come un lassativo! Altra rilevante qualità dell’olea vera, è che la sua assunzione va a rafforzare il nostro il sistema immunitario. Come hanno messo in luce i diversi studi compiuti, il succo di aloe vera, può aiutare un sistema immunitario indebolito a tornare in forma.

Non per nulla, va a stimolare il metabolismo e attiva le cellule immunitarie del corpo. Fornisce, inoltre, al corpo sostanze e vitamine importanti. Andando a concludere, l’utilizzo di aloe vera, risulta essere fondamentale per godere di una rapida rigenerazione, il che può aiutare gli sportivi nei piccoli infortuni, andando ad accorciare i tempi di recupero necessari.

Il chirurgo plastico, il moderno deus ex machina

Il chirurgo plastico, in linea generale, è colui il quale interviene a seguito di una motivazione medica oppure terapeutica. Pur tuttavia, sempre più persone si rivolgono al chirurgo plastico per contrastare l’invecchiamento, un evento naturale che, la società attuale, considera come un qualcosa che deve essere evitato.

Quindi, oggi come oggi, uno degli aspetti in cui il chirurgo plastico è coinvolto, è propriamente quello della ricostruzione a seguito dell’invecchiamento. Ma in verità, oggigiorno sembrerebbe che tutti sentano il bisogno di aiuto per trovare un aspetto giovanile. D’altronde, che si tratti della pelle del viso oppure per riacquisire una perfetta silhouette a seguito di cambiamenti post-gravidanza, questa necessità è molto sentita.

Quindi, date queste logiche imperanti, è importante scegliere un chirurgo plastico competente e con le qualifiche e l’esperienza necessarie per ottenere un risultato naturale e ottimale. La chirurgia plastica non può, tecnicamente, fermare il processo di invecchiamento, ma può essere utilizzata per giocare con il tempo.  Rughe e solchi indesiderati nel viso, la pancia che ha perso il supporto muscolare, il seno cadente dopo la gravidanza o a seguito di una perdita di peso, sono imperfezioni che possono essere corrette anche grazie ad un chirurgo plastico.

Non a caso, il chirurgo plastico, è considerato come il moderno deus ex machina, ovvero l’elemento risolutore di ogni tipo di problema, colui che è in grado di intervenire al fine di ovviare, in maniera positiva, una difficile situazione. In pratica, l’artefice di un nuovo aspetto, di una vera e propria metamorfosi. Per realizzare tutto ciò, tra l’altro, deve prendere in considerazione l’anatomia, lo stile di vita e gli obiettivi del paziente.

Di fatto, al fine di garantire un risultato equilibrato, corrispondente alle aspettative, deve ricorrere alla propria conoscenza e capacità, ricorrendo, perciò, anche alle tecnologie e alle tecniche più moderne. Per molti versi, è una sorta di mercato in piena espansione, oltre che essere particolarmente redditivo.

Non a caso, un chirurgo plastico, deve essere costantemente aggiornato per offrire il meglio e, in special modo, essere in grado di rispondere ai diktat della società moderna. Avere un corpo perfetto, infatti, è diventato una sorta di ossessione, un qualcosa scaturito direttamente dai diktat sulla bellezza e sulla ricerca del corpo perfetto così tanto stereotipati nella moderna cultura.

Non a caso, ogni azione di marketing commerciale che viene ad essere proposto, si incentra sul proporre donne e uomini nella loro luce migliore.  In conclusione, si sta assistendo ad una corsa vera e propria all’apparenza, mettendo in gioco il proprio fisico in nome dell’apparire. 

Una brava tata sa come si deve educare un bimbo

Tutto quello che verte la sfera nella quale è posto al centro un bambino assume una particolare valenza. Anche la tata rientra in questo ambito. Data la vorticosa vita moderna, le famiglie italiane ricorrono alla tata per poter affidare i propri figli.

La tata, quindi, assume un ruolo di riferimento non di poco conto. Infatti, sarà lei che oltre a cambiare i pannolini e cose del genere, si andrà ad occupare anche di far comprendere ai più grandicelli che una volta terminato di giocare è opportuno rimettere in ordine.

Nel cercare una tata, poi, è anche opportuno e necessario verificare le sue conoscenze in primo soccorso. La tata, nel suo complesso, di occuperà, tra l’altro, di preparare i pasti, le merende, di pulire la cucina e gli altri ambienti per assicurare il massimo dell’igiene.

Sono, quindi, numerose le competenze di una tata. Alla base del rapporto, vi deve essere un reciproco dialogo e una particolare sfera di sensibilità, proprio al fine di creare un ambiente consono al sano sviluppo del piccolo.

Molte famiglie sono poi incerte se sia meglio cercare una tata giovane, oppure se sia meglio una tata matura. Ovviamente, anche in questo caso, conta molto l’esperienza, tuttavia non è detto che una tata giovane sia meno responsabile e capace di una tata più matura.

Per avere un più approfondito e professionale supporto, chi cerca una tata potrà contare sempre sulla esperienza di una agenzia online. Infatti, una agenzia online potrà fornire l’approccio ideale, diretto, pratico di una tata selezionata e affidabile. In questo modo chi cerca una tata avrà la certezza di poter contare sulla professionalità di una valida tata.…

La colf allevia gli impegni quotidiani di una famiglia

La colf raffigura una preziosa risorsa per molte famiglie italiane. Non per nulla, grazie all’impiego di una colf le pulizie potranno essere eseguite da del personale qualificato e preparato.

In considerazione delle mutate esigenze familiari, sempre più italiani, quindi, sono alla ricerca di una brava colf. Se di conseguenza si è alla ricerca di una colf, è bene sapere che su internet si possono trovare varie agenzie online. In estrema sintesi, la presenza di queste agenzie online facilita la ricerca di una colf. Di fatti, proprio grazie alle agenzie online non ci si dovrà avventurare in estenuanti selezioni come pure in stressanti letture di curriculum.

Infatti, le agenzie online propongono esclusivamente colf selezionate e sulla base delle specifiche esigenze. Dunque, proprio grazie alla professionalità di una agenzia online, ogni famiglia che cerca una colf potrà ricevere tutto il supporto necessario.

È poi anche da considerare che sempre più le colf vengono ad essere impiegati non solamente per i tradizionali servizi domestici. Infatti, nella dinamicità e nella stessa poliedricità dei tempi moderni, le colf assistono la famiglia anche per incombenze come, ad esempio, l’assistenza dei propri bimbi ma anche per altre esigenze.

Se un tempo la colf a Milano, intesa propriamente come collaboratrice domestica, era una presenza che si poteva osservare esclusivamente in famiglie ricche, oggi le cose sono notevolmente cambiate. Infatti, dato che molte donne sono impegnate a lavorare fuori casa, le pulizie domestiche sono affidate alla colf.

In conclusione, per cercare una brava colf a Roma, e lo si vuole fare in tutta tranquillità, la cosa migliore è quella di rivolgersi alla competenza e alla professionalità di una agenzia online, tramite la quale sarà davvero facile e veloce poter trovare una colf professionale e valida, pronta a svolgere le varie mansioni che sono richieste. D’altra parte, le pulizie domestiche richiedono una attenzione e una continuità di svolgimento che esclusivamente una colf potrà assicurare con una cadenza costante e continuativa.…

Per una assistenza qualificata a un anziano c’è la badante

È normale che ci si possa sentiate nervosi o sopraffatti dagli eventi quando si tratta di dover pensare a fornire una valida assistenza ad una persona a noi cara. Che sia un anziano oppure una persona non più autosufficiente, la badante è la figura professionale che meglio può aiutare a risolvere la questione, andando a soddisfare anche quanto si aspetta da noi.

Non per nulla, la badante può fornire tutto il supporto necessario aiutando il paziente sia per quanto riguarda l’assistenza e sia per riordino della casa. Le persone a noi care, potrebbero avere necessità di una badante per poterli aiutare anche emotivamente a superare e affrontare meglio gli effetti causati da una malattia mentale e fisica, da una disabilità oppure da altre condizioni.

Se è statisticamente provato che gli anziani vivano più a lungo, è, tuttavia da osservare, che vi sono sempre più persone che vivono con molte malattie croniche, membri della famiglia e cari amici che possono avere la necessità di assistenza. La badante, oltre che poter assistere queste persone che hanno necessità di cure, possono perfino supportarli nel superare tutta quella serie di emozioni che si vanno a verificare nel dover affrontare questo tipo di situazione.
Emozioni come tristezza, rabbia e ansia, sono più che comuni.

Il forte desiderio di poter assistere la persona cara nel modo migliore, quindi, porta alla logica conclusione di avvalersi di una brava e preparata badante. Nella ricerca di una badante, possiamo poi trovare un valido e professionale aiuto da parte delle varie agenzie online. Infatti, queste agenzie online, ci potranno presentare del personale più che qualificato.

Perciò, con l’ausilio delle agenzie online, avremo la sicurezza di trovare una badante che potrà essere in grado di assistere la persona a noi cara in tutto quello che gli può essere di necessità, come, ad esempio, l’esecuzione di procedure riguardanti la somministrazione di medicinali, la preparazione dei pasti e anche la pulizia della casa.

Quindi, in conclusione, la badante può trovare un impiego in tutto ciò che verte la cura e l’assistenza della persona, come pure per ciò che riguarda la gestione della casa. Un sostegno morale ed emotivo di rara virtù.…

Tende da sole, elettriche o azionate a mano?

Le possibilità offerte dal mercato e da internet di scegliere un modello di tende da sole sono infinite. Infatti, vi sono diversi modelli che possono essere scelti, tutti appositamente realizzati per poter soddisfare ogni esigenza sia estetica sia pratica.

In questo modo ognuno di noi ha la possibilità di poter acquistare un modello di tenda da sole che si adatterà perfettamente tanto sui terrazzi quanto in giardino e sui balconi. Quindi, la nostra casa potrà risultare maggiormente accogliente e sufficientemente protetta dalla canicola estiva. Infatti, con le tende da sole si sarà certi di avere una adeguata protezione dai caldi raggi del sole.

Per effettuare un corretto acquisto, è suggerito effettuare una buona pianificazione. Determinare la posizione nella quale si vorranno far collocare le tende da sole non è certamente una scienza missilistica, pur tuttavia è sempre bene avere le idee chiare.

Quindi, pianificare le dimensioni delle tue nuove tende è un gioco da ragazzi. Sei tu che dovrai decidere quale dovrà essere la larghezza della tenda e quale potrà essere il luogo migliore per la posa. Infatti, il posizionamento determinerà la quantità di ombra, e di conseguenza, ogni beneficio derivante da ciò.

In linea generale, il montaggio delle tende da sole potrà avvenire o a parete, in questo caso la tenda è attaccata al muro esterno della tua casa, oppure potranno essere montante a soffitto, sistema utilizzato per una installazione sotto un balcone.

È anche possibile acquistare modelli di tende da sole che sono dotate, per il loro azionamento, tanto di una manovella quanto di un motore elettrico, e quest’ultima opzione consente di poter azionare la tenda comodamente per mezzo di un pratico telecomando. Anche la scelta della tipologia di tessuto potrà avvenire sulla base dei propri gusti come pure per assolvere a problemi estetici che si possono presentare in un condominio.…

La domestica fa brillare le nostre case

Ogni giorno un pacifico esercito formato per lo più da donne, agisce nelle nostre case. Non per nulla la domestica è una figura professionale tra le più ricercate.

La cura e l’attenzione che pongono in maniera diligente nello svolgere le loro molteplici funzioni, ha fatto sì che la domestica sia divenuta un membro della famiglia a tutti gli effetti. Chi per alcune ore, chi per mezza o tutta la giornata, opera quasi quotidianamente nelle case degli italiani.

La domestica, nel tempo, ha visto modificare la sua attività, trasformando il suo lavoro a livelli che fino a poche decine di anni fa non erano neppure immaginabili. Infatti, oltre che a pensare alla cura della casa, a svolgere il classico lavoro di pulizie, la preparazione dei pasti, la domestica oggi si trova anche a dover badare ai bambini della coppia ove lavora, e, in molte situazioni, anche a persone anziane e non più autosufficienti.

Un apprezzabile impegno e una forte dedizione, che ha fatto sì che la domestica sia divenuta una figura professionale davvero insostituibile, essendo oramai forgiata e preparata ad affrontare situazioni di varia natura. Un pacifico esercito, quindi, che vive al nostro fianco, che è stato capace di farsi apprezzare e divenire uno dei punti focali della nostra casa.

Non è da dimenticare, infatti, che la domestica fornisce la sua opera lavorativa con onorabilità e rispetto, oltre che saper rendere possibile, in special modo per molti anziani e persone con disabilità, il poter vivere con dignità la propria abitazione. Quindi, il lavoro della domestica, oltre che essere una vera e propria attività lavorativa, è anche meritevole di rispetto e di vero apprezzamento.

Cercare una domestica diventa molto più semplice se ci si rivolge ad una delle tante agenzie online. Sul web, queste agenzie online, propongono infinite soluzioni, ma anche domestiche preparate e pronte ad affrontare ogni possibile tipo di lavoro casalingo.…

Home restaurants, forma nuova di degustazione

Home restaurants: ovvero il mangiare in casa, ovvero la possibilità di conoscere nuove persone, ovvero la consacrazione della passione della cucina. Questa è in breve la panoramica di cosa sia un home restaurants, una forma nuova di degustazione del cibo che sempre più sta spopolando anche nel nostro paese.

Dal nord al sud, isole comprese, ogni internauta ha la possibilità di trovare un home restaurants. Non per nulla sono davvero tante le famiglie che aprono le porte di casa propria e mettono, attorno ad un tavolo, persone che non conoscono e che non si conoscono fra loro.

Pagando un mero contributo spese, si potrà, con gli home restaurants, mangiare specialità che traggono ispirazione dalle varie tipologie di cucine del mondo, come pure piatti più legati alle tradizioni locali. Grazie agli home restaurants si abbattono i confini, si naviga sulle ali del piacere della buona tavola, ad un costo più che conveniente.

Infatti, veleggiando su internet, vi sono numerosi siti e annunci che trattano gli home restaurants, consentendo, pertanto, a tutti la possibilità di avere una scelta molto ampia. I novelli cuochi per un giorno, riceveranno all’interno delle proprie dimore gli ospiti, i quali avranno l’eccezionale opportunità di poter essere deliziati con degli ottimi piatti, cucinati con amore e attenzione.

Per effettuare tanto una ricerca quanto una prenotazione per un home restaurants, è più che sufficiente navigare in rete, ove pullulano siti, blog e community che facilitano la scelta. In conclusione, è più che giusto e doveroso sottolineare come gli home restaurants siano perfettamente in grado di poter diffondere e valorizzare tutto ciò che è legato al cibo, alla cultura della buona tavola e quello che è legato al territorio.

Che siano serate a tema, che siano menù di ispirazione indiana o messicana, o che siano la rappresentazione della cucina locale, gli home restaurants sono di certo un magnifico e bellissimo avvenimento.…